Sta per arrivare al cinema l’incredibile storia di Ray Kroc, il magnate del fast-food che serve 69 milioni di clienti al giorno: McDonald’s. A interpretare l’ambizioso protagonista di The Founder, John Lee Hancock ha scelto un attore che negli ultimi tempi è tornato alla ribalta: Michael Keaton.

Negli ultimi anni l’attore ha recitato in film che hanno conquistato il pubblico e l’Academy: Birdman e Il caso Spotlight hanno vinto l’Oscar per il Miglior film, rispettivamente nel 2015 e nel 2016. Per Keaton nessun premio, ma forse il ruolo di The Founder potrebbe regalargli il meritato Oscar, chissà…

Mentre aspettiamo di ammirare l’interpretazione di Michael Keaton, l’attore ci racconta qualcosa sul personaggio in cui si è cimentato stavolta e sulla storia che l’ha colpito.

Un ruolo complesso

Prima che Hancock gli proponesse The Founder, Michael Keaton non sapeva neanche chi fosse Ray Kroc e addirittura non conosceva i fratelli McDonald’s. Il suo primo pensiero è stato: “Chi mai vorrebbe vedere un film sull’uomo che ha fondato McDonald’s?”.

Ma dopo aver letto la sceneggiatura di Robert D. Siegel, l’attore capisce che doveva assolutamente prendere parte al film, almeno per due motivi.

Il primo, esplorare la complessità di un uomo come Ray Kroc: “Il personaggio che interpreto è piuttosto sgradevole, ma ha anche delle qualità ammirevoli”, dice Keaton. L’imprenditore senza scrupoli che ha portato McDonald’s al successo è infatti un uomo determinato e tenace, che non si arrende alle difficoltà. Senza queste qualità, forse oggi McDonald’s sarebbe solo una piccola catena locale, o magari non esisterebbe già più, chissà.

the founder il film

Una rivoluzione sociale e culturale

Ma c’è anche un altro motivo che ha spinto Michael Keaton ad accettare il ruolo: The Founder è un’occasione per parlare di come sia cambiato il mondo, dal punto di vista della ristorazione e non solo. Ad esempio, le nostre abitudini sono cambiate: cose come prendere un sacchetto con il pranzo direttamente dalla propria macchina non erano immaginabili prima della rivoluzione di Ray Kroc. La cultura Starbucks inizia proprio da qui.

Con McDonald’s, Ray Kroc compie il primo passo verso le rivoluzioni sociali e culturali dell’era moderna. Dopo di lui arriveranno Steve Jobs e Mark Zuckerberg con le loro rivoluzioni tecnologiche che cambieranno ancora il nostro modo di vivere.

Se vuoi conoscere l’uomo che con un’idea geniale ha cambiato il mondo, vieni a vedere The Founder al cinema, dal 12 gennaio.